Grazie, zia Daniela (Parte 2 di 2)

>>
Se fossi stato più smaliziato avrei preso la palla al balzo ma ero veramente imbranato in questioni sessuali allora risposi: <<ma mi vergogno! >>
<<Non ti preoccupare, su forza mettiamo su questa cassetta e fai finta che io non ci sia. >>
Io ancora non lo capivo ma mia zia era veramente troia, mise il nastro e apparve sullo schermo una ragazza alle prese con un negro che la scopava alla pecorina.
Il cazzo dell’attore era enorme e si vedeva entrare e uscire dalla fica in primo piano.
Sentivo il cazzo gonfiarsi nei pantaloni.
Daniela spese la luce poi mi disse:
<<forza, cosa aspetti? >>
Io non avevo il coraggio di muovermi allora fu mia zia a prendere l’iniziativa, mi abbassò i pantaloni e gli slip, il mio cazzo gli saltò fuori davanti al naso, svettando in tutta la sua lunghezza.
<<Forza fammi vedere come fai. >>
Ero eccitatissimo, come un automa presi l’uccello in mano e iniziai ad accarezzarlo, sullo schermo la ragazza di prima ora aveva preso in bocca il cazzo del negro e si stava facendo sborrare in bocca.
<<Con una ragazza in ogni caso sarebbe molto più piacevole, non credi? >>
<<Credo di si>>
<<Ora ti faccio vedere>> e cosi dicendo mi prese il cazzo in bocca, era meraviglioso, altro che una sega.
Non resistetti a lungo, sborrai abbondantemente, i primi getti li prese in bocca, gli altri in pieno viso, mi pulì per bene l’uccello poi mi guardò e disse
<<Allora, preferisci godere da solo o con me? >>
Da quel giorno la mia vita è molto migliorata, ho smesso di masturbarmi, la zia Daniela mi ha anche insegnato a scopare. FINE

Condividi con gli altri!

Comments are closed.